0

Putin Dichiara Illegale la Vendita dell’Alaska: Nuove Tensioni tra Russia e USA, ma la follia dello Zar potrebbe causare una guerra nucleare.

Oggi, l’Alaska, un pezzo distante degli USA, si erge come uno dei cinquanta stati che costituiscono il paese ed è stata parte integrante di esso per oltre 150 anni e Putin ora la “ri” vuole.

Un breve excursus storico su come l’Alaska sia diventata parte degli Stati Uniti: la Russia l’ha venduta nel 1867 per 7,2 milioni di dollari, un affare considerato vantaggioso all’epoca.

Non è uno scherzo: sta cercando di dare l’impressione che la sua influenza si estenda non solo agli eventi futuri del suo paese, ma anche ai piani per riscrivere il passato. Pertanto, ha firmato un decreto che dichiara illegale la vendita dell’Alaska.

Putin e i suoi specialisti della propaganda costruiscono in modo persistente un’immagine della Russia come un impero che pone richieste ai suoi vicini e, se ignorate, ricorre a guerre e altre conseguenze. Come testimoniato negli anni precedenti con Georgia e Moldova, l’Ucraina ha subito tattiche simili quando è stata attaccata dal paese confinante nel 2022.

Sembra che Mosca ora avanzate rivendicazioni contro gli Stati Uniti.

Vladimir Putin ha firmato un decreto dichiarando illegale la vendita dell’Alaska agli USA. Questa azione segna l’inizio di una richiesta per il ritorno del territorio e potenzialmente l’ingresso in un conflitto con la superpotenza.

“Prima che gli americani sequestrino le nostre proprietà all’estero, dovrebbero ricordare che anche noi abbiamo qualcosa da rivendicare.” – ha dichiarato Vyacheslav Volodin, presidente della Duma di Stato, durante una seduta plenaria nell’estate del 2022.

Curiosamente, l’Alaska svolge un ruolo significativo nel rapporto tra i due paesi. Le basi dell’USAF e le forze militari americane dell’Arctico (USARAK) sono stazionate qui. I centri di Fort Greely e Eielson sono dotati di macchinari avanzati attraverso i quali gli americani potrebbero lanciare rapidamente un attacco contro la Russia, compresi i testate nucleari.

È da notare che la Russia ha utilizzato un meccanismo di propaganda simile nel caso della Crimea, che è stata legalmente trasferita all’Ucraina durante l’era dell’URSS. L’esito di questo incidente sotto il regime di Vladimir Putin è ben noto.

Le Ultime Notizie dal Panorama Italiano e Internazionale

Fonte: Essanews.com


Il 24 Gennaio il primo sciopero nazionale dei trasporti di questo anno, la protesta

Previous article

Chef Rubio fermato con sangue animale in macchina, era diretto al sit-in Pro Palestina

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in News